Medicina Veterinaria

Tirocinio

DESCRIZIONE DEL PERCORSO: È collocato al secondo semestre del V anno, nel periodo febbraio-luglio, conferisce 30 CFU ed ha la durata di 23 settimane. Il Dal punto di vista organizzativo, è suddiviso in 4 aree Clinica, Zootecnica, Ispettiva ed Infettivologica che fanno capo ognuna ad un docente tutor interno che ha il compito di organizzare e supervisionare il corretto svolgimento del tirocinio nella propria area di appartenenza facendo da tramite tra lo studente e i tutor esterni ai quali egli viene assegnato.
I tutor esterni sono liberi professionisti contrattualizzati mediante stipula di contratto di didattica integrativa (regolamentato dal Comma2 art. 23, legge 240/2010). Per ogni Area sono previsti periodi di durata differente in varie strutture sia interne del Dipartimento sia esterne. L’area clinica prevede 3 settimane in una Clinica Veterinaria per piccoli animali in cui lo studente, con rapporto 1:1 con il veterinario tutor esterno, acquisisce non solo manualità nella gestione dei pazienti ma anche dimestichezza nella gestione manageriale della Clinica; La parte clinica e manageriale riservata agli animali da produzione è di competenza dell’Area clinica e di quella zootecnica e prevede 2 settimane dedicate alla libera professione nel campo bovino e bufalino; durante tale periodo lo studente lavora a tempo pieno con il tutor esterno, mettendo in pratica le nozioni acquisite nel Corso di studi e acquisendo manualità nella gestione clinica degli animali e nella conduzione dell’allevamento; 1 settimana di ippiatria in cui lo studente lavora con un libero professionista ippiatra con la stessa tipologia organizzativa prevista nelle settimane di buiatria e due giorni di lavoro rispettivamente con un libero professionista esperto nell’allevamento e nella patologia suina e un libero professionista esperto nell’allevamento e patologia dei volatili. Due settimane vengono spese nell’Azienda Zootecnica Improsta (allevamento bufalino) e nell’Azienda zootecnica Cirio (allevamento bovino), convenzionate con il Dipartimento. L’area ispettiva prevede 3 settimane presso le ASL, 1 settimana al mercato ittico e al Presidio ispettivo di Frontiera, 1 settimana in un macello dove svolgono un ruolo prevalentemente ispettivo (visita ante mortem e applicazione del regolamento) e altri due giorni in un altro macello dove svolgono un ruolo prevalentemente anatomo-patologico (visita post-mortem). L’area infettivologica prevede 1 settimana dedicata alla patologia aviare nei laboratori del Centro regionale sperimentale avicunicolo di Varcaturo e nel centro recupero selvatici (CRAS) di pertinenza del CRIUV e sito presso l’ospedale Frullone; 3 giorni di parassitologia nel Centro Regionale per il Monitoraggio delle Parassitosi (CreMoPar) sito in località Borgocioffi –Eboli (SA) che funge anche da foresteria. Di recente introduzione (anno 2016/17) un periodo di 1 settimana di pet-therapy presso il centro Alzheimer dell’ospedale Frullone e 1 settimana presso il centro di animali da laboratorio dell’Ospedale Cardarelli. Le parte di tirocinio interna al Dipartimento prevede per l’area clinica 2 settimane nell’OVUD con turni di 12 ore notturni e diurni, compresi i giorni festivi, 1 settimana nel laboratorio di istologia e citologia patologica e nella sala necroscopie, per l’area zootecnica 2 giorni nel laboratorio di biotecnologie applicate alla riproduzione, 2 giorni nell’impianto di acquacoltura,2 giorni nel laboratorio di genetica e due giorni di utilizzazione dei sistemi GIS.

NORME PER L'ACCESSO: L'accesso al tirocinio è legato al superamento di esami considerati propedeutici (Regolamento didattico del CdS allegato C). Tali esami sono:

1. Parassitologia e Malattie parassitarie (II anno)
2. Patologia Medica, Semeiotica Medica e Diagnostica di laboratorio (III Anno)
3. Patologia Chirurgica, Semeiotica Chirurgica e Radiologia (III anno)
4. Ispezione degli Alimenti di Origine animale (IV anno)
5. Zootecnica Speciale, Valutazione morfo-funzionale e Benessere Animale (IV anno)
6. Malattie Batteriche, Medicina Preventiva e Patologia Aviare

Tra il 10 ottobre ed il 10 novembre, lo studente compila una domanda di tirocinio scaricabile dal Sito Web di Dipartimento in cui indica gli esami propedeutici sostenuti. Sono ammessi al tirocinio gli studenti che abbiano superato entro la metà del mese di gennaio i 6 esami propedeutici.
Per gli studenti, invece, che seguono, a regime, i vecchi ordinamenti didattici (Corso di Laurea Magistrale DM 270 cod.N73; Corso di Laurea Specialistica cod.550, ovvero tutti gli studenti che si sono iscritti al primo anno negli aa precedenti al 2011/2012) l'accesso al tirocinio è condizionato al superamento, entro la metà di gennaio, di n° 20 esami.
E' prevista la possibilità di un periodo di tirocinio alternativo che si svolge nel periodo settembre-marzo a cui possono accedere solo ed esclusivamente quegli studenti del nuovo Ordinamento (in vigore dall'anno 2011/12) che alla data del 31 luglio avranno superato 27 esami e del vecchio Ordinamento (in vigore fino all'anno 2010/2011) che alla data del 31 luglio avranno superato 28 esami.

COME PRESENTARE DOMANDA DI TIROCINIO:
Gli studenti interessati devono presentare la domanda di tirocinio mediante invio di una mail al sig Carlo Scognamiglio dell'ufficio didattica (carlo.scognamiglio@unina.it) indicando nell'oggetto: tirocinio MV COGNOME DELLO STUDENTE, entro e non oltre il 09.11.2020.

Domanda tirocinio a.a. 2020 2021 nuovo ordinamento
Domanda tirocinio a.a. 2020 2021 vecchio ordinamento

NB: in relazione alle difficoltà manifestate dagli studenti nella programmazione degli esami, conseguenti alla situazione di emergenza sanitaria COVID19, in deroga a quanto stabilito nel regolamento per le attività di tirocinio del corso di laurea di Medicina Veterinaria, all’art 7, “Domanda di tirocinio”, solo ed esclusivamente per il tirocinio straordinario aa 2019-2020, saranno ammessi al tirocinio gli studenti che abbiano superato 25 esami (prova di inglese inclusa).

REGOLAMENTO DEL TIROCINIO PRATICO-APPLICATIVO PER GLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA VETERINARIA

Allegato 1